Logo Nordic Walking Italia Logo Logo

COME TUTELARE SE STESSI, IL DIRETTIVO DELL'ASSOCIAZIONE E I PROPRI ALLIEVI

logo

Lunedì - 13/01/2020

IL TECNICO SPORTIVO - COME TUTELARE SE STESSI, IL DIRETTIVO DELL’ASSOCIAZIONE E I PROPRI ALLIEVI

(di Pino Dellasega)

Siete diventati istruttori di qualsiasi disciplina sportiva?

Per la vostra tutela, quella del Presidente e dei componenti del Consiglio Direttivo della vostra Associazione leggete attentamente quanto sotto:

Gli Enti di Promozione Sportiva stanno pubblicando gli elenchi di Tecnici sportivi. Ti sei mai chiesto perché? Hai controllato di essere inserito?

Benché pochi se ne preoccupino, per quanto riguarda istruttori di diverse discipline, è previsto che ognuno di questi soggetti debba avere una certificazione rilasciata da:

1 C.O.N.I. – Comitato Olimpico Nazionale Italiano;

2 Federazioni Sportive o Discipline associate riconosciute dal C.O.N.I.;

3 Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal C.O.N.I.;

4 Università tramite le Facoltà di Scienze Motorie, Collegi delle Guide Alpine, Accompagnatori di Media Montagna etc..

5 Enti equiparati (es. Associazioni e Albi Professionali e/o di Categoria, Accademia di Danza, ecc).

Attenzione: i patentini devono essere emessi direttamente dai suddetti Enti preposti o dalle Federazioni riconosciute dal C.O.N.I. e non in modo indiretto da una semplice Associazione/Società Sportiva Dilettantistica che rilascia diplomi o attestati che, se non sono riconosciuti dalla Federazione oppure dagli Enti di Promozione sportiva come titoli di TECNICO SPORTIVO e non vengono inseriti nei rispettivi elenchi, non hanno nessuna validità fiscale e legale.

Per riassumere, vi dò un consiglio, se avete partecipato ad un corso di formazione negli anni scorsi o recentemente dove vi è stato rilasciato un diploma, verificate presso chi ve lo ha consegnato, che lo stesso sia stato riconosciuto dall’Ente di Promozione Sportiva e pretendete che la stessa vi faccia pervenire in tempi brevi il diploma ufficiale e il tesserino di Tecnico sportivo.

Se non avete in mano questo attestato e continuate ad insegnare questa attività non solo siete degli abusivi ma mettete in seri rischi voi stessi, il Presidente, i membri del Consiglio Direttivo della vostra Associazione. Inoltre, qualora i vostri allievi qualora subissero degli infortuni dovuti a vostre negligenze potrebbero rivalersi per quanto riguarda la responsabilità civile (richiesta risarcimento danni) su di voi e il Consiglio Direttivo della vostra Associazione, in quanto per Legge responsabili.

L'istruttore ha il dovere di tutelare se stesso e non andare a fondo su un argomento cosi serio e importante dimostra immaturità e irresponsabilità nel confronto degli allievi.

Dopo che avete ottenuto, al termine del corso, un diploma di istruttore dall'Associazione Sportiva Dilettantistica che ve lo ha rilasciato, il periodo di attesa per ricevere a casa il diploma di Tecnico Sportivo da parte dell'Ente di Promozione Sportiva va dai 15 ai 30 giorni il massimo, il tempo burocratico di mandare avanti e concludere le pratiche. Se questi tempi non sono stati rispettati il mio consiglio è quello di chiedere spiegazioni via email a chi ve lo ha rilasciato.

Per concludere, visto che ci sono in giro persone senza scrupoli e irresponsabili che svolgono corsi e rilasciano diplomi, se non avete in mano il diploma e il tesserino di Tecnico sportivo, la qualifica che vi hanno rilasciato non ha nessun valore e quindi avete il diritto di farvi rimborsare la quota di iscrizione al corso e nel caso che questo non avvenga potete denunciare il fatto alle Autorità per far valere i vostri diritti in quanto siete stati raggirati ed illusi di avere in mano un diploma che in realtà non vale niente.

Un ulteriore consiglio per i Presidenti e Consigli Direttivi delle Associazioni è quello di non proporre all’interno delle stesse corsi dove l’istruttore non è in possesso della qualifica di Tecnico sportivo per la specialità sportiva interessata.

Anche gli stessi allievi, al fine di tutelarsi, dovrebbero chiedere all’istruttore di dimostrare a mezzo del tesserino rilasciato dalla Federazione o Ente di Promozione Sportiva di essere un Tecnico sportivo riconosciuto, prima di iniziare le lezioni.

Al giorno d’oggi non prendere seriamente queste situazioni significa non solo essere irresponsabili ma significa mettere a rischio il lavoro di una vita e il futuro della vostra famiglia e dei vostri collaboratori.

A buon intenditore poche parole. Dire “Non lo sapevo” non serve più a niente quando il danno è fatto e quindi vi consiglio di prevenire il problema prima di doverlo curare…(Pino Dellasega)

Nordic Walking Italia è un progetto di Carlo Baratto
Contattami per la tua pubblicità marketing@nordicwalkingitalia.it
www.carlobaratto.it